Select Page

Pingbacks di WordPress: fondamentali per attirare visitatori

Pingbacks di WordPress: fondamentali per attirare visitatori
Shares

pingbacks francesco maietti

Pingbacks: tutti color che hanno installato WordPress almeno una volta si sono fatti questa domanda “Cosa sono i pingbacks?”.

I pingbacks sono uno strumento natio dal potenziale enorme e che io stesso fino a qualche giorno fa ho sottovalutato. Ora vi spiegherò cosa sono, come gli ho scoperti e come utilizzarli per incrementare le visite sul vostro blog.

Pingbacks: il sistema di comunicazione tra due blog

Beh in sintesi la definizione di pingbacks è proprio questa. Spendendo due parole in più si può specificare che quando noi inseriamo un link in un nostro articolo o pagina il nostro WordPress invia una segnalazione al sito che abbiamo linkato. Se anche questo sito è costruito con WordPress allora l’amministratore vedrà il famoso pingback, ossia una sorta di notifica che riporta chi l’ha citato. Il sito citato aggiungerà tra i commenti un trackback, ossia un link in cui menziona la pagina in cui l’articolo in oggetto è stato citato. 

Se vi state domandando: ma allora posso citare un qualunque articolo solo per far pubbicità? La risposta è no perchè quello si chiama spamtracking e c’è modo di evitarlo, come spiega Sante Achille sul suo blog.

Ti ho fatto scoprire i Pingbacks e non sai come ringraziarmi? Schiaffa un +1 e aiuta il blog a crescere!

[do action=”google-plus-1″/]

Come mi sono accorto del potenziale dei pingbacks?

In un mio precedente articolo ho citato un famoso blogger/freelance che tratta più o meno i miei stessi interessi. Riccardo (così si chiama) ha gentilmente commentato ringraziando per la citazione e per di più, dato che l’articolo gli è piaciuto (presumo e spero), l’ha twittato menzionandomi, generando anche una serie di visite e retweet da parte dei  membri della sua cerchia.

Passata l’euforia del momento (cavolo un pezzo grosso che viene sul mio blog, commenta e twitta il mio articolo!) mi sono chiesto: ma come diavolo ha fatto a saperlo?! Ok lo seguo nei gruppi di discussione a tema, su Twitter e su Facebook, ma non può essere capitato qui per caso e aver beccato l’articolo in cui lo cito. O perlomeno è possibile ma molto improbabile.

La mia ignoranza sta nel fatto che prima d’ora non avevo attivato un’importante impostazione di WordPress, che possiamo trovare in Impostazioni > Discussione > Tentare di notificare tutti i blog che hanno un link nell’articolo. Attivandola il nostro WordPress invierà il pingback al blog citato.

Pingbacks: è cosa fatta!

Dato che l’inserimento di un link esterno è uno dei punti chiave nella SEO di un articolo, non è per nulla difficile sfruttare i pingbacks se già siamo ligi nel seguire le buone regole per un articolo di qualità per i motori di ricerca.

Se quindi citiamo un altro autore, inserendo un link di un suo articolo targato WordPress, magari ci noterà e inizierà lui stesso a seguirci. Ma non solo: se apprezzerà il nostro lavoro potrà anche condividere il nostro materiale che potrà essere apprezzato anche dalla sua cerchia di utenti, apportando ulteriori visite.

[highlight]Voi usate i pingbacks? Avete ottenuto risultati analoghi al mio? Fatemelo sapere nei commenti![/highlight]

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Tweet