Select Page

Perché commentare fa bene ai blogger e ai lettori

Perché commentare fa bene ai blogger e ai lettori
Shares

Commentare è l’azione più naturale nel mondo del blogging. Prima delle condivisioni sui Social Network, c’era solo un modo per discutere di un argomento trattato in un post: i commenti.

Ma perché tu, persona che mi stai leggendo, dovresti commentare questo articolo, o qualunque altro sul web?

Commentare sul blog

COMMENTARE VUOL DIRE DIALOGARE, CON TUTTI I VANTAGGI CHE NE DERIVANO.

Quando parli con una persona faccia a faccia, riesci a valutare il suo livello di conoscenza da quello che dice e da come lo dice. Stessa discorso vale per i commenti sul web.

C’è chi invece considera un blog come un monologo e non scrive per fare conversazione. Chi preferisce un confronto approfondito, magari via email, e non limitato da poche righe di commenti. Chi ancora vuole dirottare tutte le conversazioni su altre piattaforme, come forum o Social Network, in modo da concentrare lì tutte le idee e le discussioni. Il primo fu Seth Godin a chiudere i commenti sul proprio blog, con motivazioni anche più profonde e personali. Altri, come Enrica Crivello, hanno deciso di farlo proprio per le ragioni che vi ho spiegato.

Personalmente trovo che più si agevola lo scambio di idee ed esperienze, più si da senso al significato che, al giorno d’oggi, io e molti altri diamo al web: condivisione.

Commentare per dimostrare il nostro valore

Commentare è un’ottima opportunità per migliorare il nostro Personal Branding. Offrendo un parere a riguardo, possiamo farci conoscere e far capire quanto valiamo. Questo vale sia nei confronti degli altri lettori che leggeranno i commenti e risponderanno a loro volta, sia nei confronti dell’autore stesso. Io stesso quando leggo un contenuto non mi fermo al testo, ma proseguo per vedere se qualcuno nei commenti ha aggiunto o corretto qualcosa.

Se chi ha scritto l’articolo è un Influencer di grosso calibro potremmo anche migliorare la nostra visibilità sul web facendo bella figura con un commento ricco e adeguato.

Questo è uno dei tanti modi per costruire la propria reputazione online.

Commentare per divulgare

Ricordi le 3 fasi del blogger professionista per realizzare articoli eccezionali? Bene allora saprai che parliamo della terza fase: far conoscere il contenuto appena creato.

La divulgazione dei tuoi contenuti non deve fermarsi alla semplice condivisione sui Social Network.

Commentare su altri blog ti permette anche di linkare i tuoi articoli, ma ricordati: non sei tu il padrone di casa!

Sii sempre sicuro che l’autore accetti i link nei commenti e pubblicali solo se sono pertinenti: non sfociare in Soft SPAM.

Se rispetti le regole puoi realizzare dei piccoli Guest Post nei commenti, in modo da farti conoscere e divulgare i tuoi contenuti.

Commentare per ringraziare

Il motivo più bello e valido per commentare: ringraziare il blogger. Nessuno gli ha ordinato di alzarsi al mattino, perdere ore per realizzare un buon contenuto e condividerlo con noi. Noi lettori che leggiamo e ne traiamo grossi benefici.

Offrirgli un caffè mi sembra il minimo, ma dato che per email non possiamo spedire caffeina, limitiamoci a commentare ringraziandolo. Anche se non abbiamo nulla da ridire sul contenuto, anche se non abbiamo nulla da aggiungere. Basta un semplice “Grazie” per gratificare l’autore.

Come vi sentireste se una persona entrasse nel vostro negozio senza salutare, guardasse la merce esposta, toccandola, spostandola a destra e a sinistra per osservarla meglio, poi se ne andasse senza neanche un “Grazie e arrivederci“?

Andrea Torti ha scritto un bel articolo riguardo a cosa scrivere nei commenti quando non si ha nulla da dire. Perché spesso è proprio questo uno dei motivi per cui non si commenta: “un banale grazie lo si da per sottinteso, non ho altro da dire e non voglio generare commenti inutili. Me ne vado“.

E tu commenti?

Commentare fa bene, sia che siamo blogger o semplici lettori. A commentare ci guadagni sempre.

E tu che tipo sei? Sei un taciturno che se non ha niente da dire rimane in silenzio, o sei più estroverso e vuoi lasciare “una moneta nel cappello” anche se non hai nulla da aggiungere?

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Tweet