Select Page

Inserire gli articoli correlati nei nostri post?

Inserire gli articoli correlati nei nostri post?
Shares

 

Inserire gli articoli correlati nei nostri post?

Qualunque blogger, datato o alle prime armi, sa cosa sono gli articoli correlati: quella lista di una manciata di post che troviamo sempre (di solito) in fondo al contenuto che abbiamo appena letto. Meno persone sanno perchè inserire gli articoli correlati ed (erroneamente) lo si fa “perchè tanto ce li hanno tutti“.

Ho sempre visto gli articoli correlati su altri blog ma, li ho mai controllati e letto un articolo suggerito? Ad essere sincero se mai è capitato non ricordo. Personalmente trovo più utile il link interno che l’autore inserisce nel testo.

Eppure molti li considerano uno strumento molto utile, anche per guadagnare: suggerisce contenuti che possono interessare ma soprattutto abbattono il bounce rate (frequenza di rimbalzo).

Forse ti può interessare anche: SEO: 5 dritte su come sopravvivere

Ma (pensaci bene) chi è che inserisce gli articoli correlati?

Chi decide cosa è correlato o cosa non lo è? Il tuo plugin/tema di WordPress. Quindi in soldoni una macchina decide al posto tuo cosa può interessare ai tuoi lettori, basandosi su tag e categorie, che magari hai inserito con noncuranza.

Può beccarci? Certo, a volte anche le macchina hanno culo.

Ecco perchè preferisco i link interni al testo dell’articolo, perché è l’autore che li sceglie e che li pondera. Per pura logica, non inserirebbe mai un riferimento ad un contenuto che non c’entra niente: sarebbe solo controproducente.

Quindi è giusto inserire gli articoli correlati in fondo alla pagina?

Se il tuo tema è predisposto lasciali, in fin dei conti sono in fondo all’articolo e non interferiscono con la lettura. Personalmente li salto quasi sempre, a meno che non ci sia un’immagine che attiri la mia attenzione. Del resto anche sui social network funziona così.

Tieni sempre a mente quando ce li hai a disposizione o vuoi inserire gli articoli correlati, che spesso si trovano tra il testo dell’articolo e i commenti: più ne metti più la distanza aumenta e la visibilità del form per commentare diminuisce. 3 link tra i post correlati sono più che sufficienti e permettono di arrivare a colpo d’occhio ai commenti.

Se invece devi impazzire e installare uno plugin esterno, lascia perdere. Piuttosto cura di più il tuo contenuto e inserisci qualche link correlato “manualmente” in fondo alla pagina. In questo modo dimostrerai ai tuoi utenti che curi i contenuti e che ciò che suggerisci è per te veramente correlato e può approfondire il discorso.

Voi ne fate buon uso di questo strumento? O preferite avere tutto sotto controllo e dirigere i visitatori verso contenuti correlati al 100%? Ditemi la vostra nei commenti.

2 Comments

  1. Roberto Corio

    Ciao, lo confesso, nel mio tema vengono inseriti automaticamente senza bisogno di nessun plugin, ma li ho lasciati perché “così fan tutti” anche se non credo in una loro effettiva utilità.

    Rispondi
    • maio90

      Ciao Roberto, grazie per la visita e per il commento.
      Come dicevo non fanno danno, l’importante è che tu nell’articolo faccia sapere ai tuoi lettori che ci sei e che pensi a loro fornendo link interni ben mirati.
      Anche il mio tema li inseriva in calce agli articoli ma con un’apposita opzione è stato facile toglierli.

      Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Tweet