Select Page

Il futuro della comunicazione sul web sono i video

Il futuro della comunicazione sul web sono i video
Shares

Da anni si parla di come i video siano il futuro della comunicazione sul web. Lo dimostra l’alto livello di engagement che essi hanno sui social network in confronto ad altri contenuti come semplice testo o immagini.

Ma i video sono davvero il futuro della comunicazione? E a che punto siamo oggi, nel 2017, per pensare di investire su di essi?

Il futuro della comunicazione sul web: le previsioni per i prossimi anni

Viviamo in un’epoca dove tutto cambia velocemente: le mode, le abitudini, ma sopratutto i bisogni, perno sul quale ruota il web marketing: dare una risposta alle domande degli utenti, ma in che modo?

Per analizzare il futuro della comunicazione sul web non dobbiamo spingerci oltre qualche anno.

Social Media Today ha realizzato un’interessante infografica che mostra una previsione di come sarà il visual marketing nel 2019. Interessante vedere come l’80% del traffico internet verrà dedicato alla visione dei video.

Il futuro della comunicazione sul web secondo Social Media Today

Il futuro della comunicazione sul web secondo Social Media Today

Il passato di YouTube per conoscere il futuro della comunicazione sul web

C’è poco da analizzare per conoscere il futuro della comunicazione sul web. Basta guardare YouTube.

Nato nel 2007, è il secondo motore di ricerca più usato al mondo, grazie alla possibilità di trovare risposte non da leggere, ma da guardare.

La piattaforma conta oltre 1 miliardo di utenti (seconda solo a Facebook) e oltre 6 miliardi di ore di contenuti video.

Ciò che ha reso grande YouTube è la potenza del contenuto video in termini di comunicazione. Il miglior modo per mostrare come è fatta o come funziona una cosa? Un video. Il miglior modo per intrattenere il pubblico? Tramite un filmato. Il miglior mezzo per trasmettere emozioni? Tramite i video, che stimolano 2 dei nostri 5 sensi.

Statistiche di YouTube

Statistiche di YouTube – SocialBakers

Sei già entrato nel futuro della comunicazione?

I contenuti visual sono ormai un must per chiunque comunichi online, tramite un blog o tramite i social network. Dall’emoji nei post alle infografiche, fino ad arrivare ai video dove in pochi secondi si possono riassumere centinaia di parole scritte.

Già ti avevo parlato di quanto possa essere efficace per un blogger utilizzare i video per arricchire i propri contenuti.

La parola chiave è sempre e solo: comunicare. Comunicare emozioni, contenuti, risposte.

E tu, mio caro lettore, hai avuto esperienze positive nel comunicare tramite un filmato piuttosto che con altri mezzi? Sei pronto ad entrare nel futuro della comunicazione sul web?

3 Comments

    • Francesco Maietti

      Le infografiche le trovo indispensabili per la condivisione di dati e statistiche. Puoi risparmiarti pagine di report con un’infografica. Le trovo però complesse da realizzare, quantomeno per dar loro uno stile unico e gradevole.

      Ho cercato per molto tempo l’infografica che hai linkato, per arricchire questo articolo, perchè ne ero rimasto sorpreso quando lessi che un post di lungo formato creava più coinvolgimento nel pubblico. Leggendo l’articolo però risulta chiaro il motivo: “i video risultano essere la soluzione peggiore per generare engagement. Ovvero interazioni del lettore con la pagina, ad esempio cliccando o scrollando.”
      Appare ovvio che se 1.000 parole sono riassunte in 5 minuti di video, non c’è bisogno di scorrere la pagina perchè è tutto in quel riquadro di filmato.

      Ma ragionando sull’infografica che ho proposto, quella di Social Media Today, si può interpretare il dato dell’80% del traffico speso in visualizzazioni video in altro modo: i filmati si appesantiscono sempre di più, un filmato in 4K pesa molto più di un filmato in 720p (formato che ancora si trova spesso). Di conseguenza è normale che il traffico, inteso come consumo di Byte, sia sempre maggiore. Un testo, per quanto lungo e ricco di immagini possa essere, pesa comunque pochi Mega Byte…

      Molto vero è il ragionamento della tipologia di pubblico, ma soprattutto della sorgente di traffico: sui social network i video sono lo strumento più efficace per arrivare all’attenzione del pubblico.

      Rispondi
      • Andrea Torti

        Sicuramente – persone diverse apprezzano contenuti diversi.

        Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Tweet